Pedodonzia

La pedodonzia o odontoiatria pediatrica si occupa dell'odontoiatria rivolta ai bambini.
I denti decidui o da latte, dieci per arcata, iniziano a formarsi ancor prima della nascita erompendo poi dai sei mesi di vita fino a circa i tre anni.

I denti definitivi erompono invece nell’arco di tempo che va solitamente dai sei anni fino alla maturità quand0, se trovano lo spazio corretto, appaiono i denti del giudizio.
I genitori devono abituare la bimba o il bimbo a familiarizzare con lo spazzolino, che deve essere di dimensioni adeguate, con manico dritto, testina piccola, setole artificiali con punte arrotondate e durezza media, fin dal compimento del primo anno di età, continuando poi personalmente a "lavare i denti" dei propri figli dopo colazione, pranzo e prima di andare a letto almeno fino ai sei anni e solo allora cominciare gradualmente e responsabilizzarli in prima persona insegnandogli la corretta tecnica di spazzolamento ma continuando comunque a sorvegliarne manovre e risultati.
Durante le visite di controllo vengono dati anche suggerimenti di dieta corretta, applicazioni di fluoro, sigillatura dei solchi, educazione all'igiene orale, individuazione di malocclusioni precoci.
Già prima dei 5 anni circa il 75% dei bambini è affetto da carie.

A provocarle è la placca batterica, costituita da batteri e residui organici di origine alimentare. La placca si forma costantemente all’interno della bocca, aderisce ai denti, ne intacca lo smalto e prosegue attraverso i cunicoli dentinali in direzione della polpa. Nei bambini la carie è un problema ricorrente perché lo smalto dei denti da latte è più sottile e quindi più vulnerabile alle aggressioni esterne. Motivo per cui appena spuntati, i denti devono essere mantenuti sani: prevenire è meglio che curare.

Si pensa erroneamente che i denti da latte non richiedano cure e controlli e che, una volta caduti, anche se cariati o rovinati, non si presentino problemi per i denti definitivi. Al contrario, i denti da latte sono molto importanti per:

  • la masticazione e quindi per il primo periodo dello sviluppo, quello in cui l’organismo deve assimilare tutte le sostanze necessarie alla crescita;
  • lo sviluppo sano delle ossa mascellari e della seconda dentizione: se la carie procede può arrivare a interessare la polpa, l’osso alveolare e danneggiare irrimediabilmente il germe del dente permanente, essendo a stretto contatto con esso;
  • tenere il posto ai denti permanenti. Se un dente da latte cariato deve essere estratto, il posto del dente permanente non è più "garantito" e c’è il rischio che vengano compromessi l’allineamento e la corretta masticazione dei denti definitivi.