Protesi

E’ una parte fondamentale dell’odontoiatria, che si occupa del ripristino funzionale ed estetico di uno o più elementi dentari mancanti, si distingue in fissa (ponti) e mobile (dentiera).

Protesi fissa
Quando il dente e' particolarmente compromesso dalla carie, per ricostruirlo non basta una semplice otturazione in materiale estetico, in quanto l'elemento resterebbe comunque meno resistente ai carichi masticatori, soprattutto se precedentemente devitalizzato; occorre quindi "ricoprirlo" con una corona in ceramica o metallo-ceramica. Tale struttura abbraccia l'elemento fino a livello della gengiva proteggendolo da recidive cariose. A volte è necessario ricoprire un dente sano per usarlo come pilastro portante di un ponte: 2 corone su due denti contigui ad uno spazio privo di dente, che portano saldata una terza corona che va a colmare la zona senza l'elemento dentario. Sono molteplici i materiali che possono essere scelti dall’odontoiatra per adattarsi il meglio possibile al caso preso in esame (ceramica integrale, metallo ceramica,ossido di zirconio, resina). I parametri considerati variano dall’estetica, alla funzionalita', alla posizione del dente, alla condizione della gengiva, al sorriso, al colore del dente.

Si costruisce una corona per diversi motivi:

  • ricoprire denti con anatomia, forma e colore non estetici;
  • sostituire una otturazione molto estesa e rinforzare il dente;
  • prevenire la frattura di elementi deboli, soprattutto devitalizzati e ricostruiti con perni;
  • riparare denti fratturati;
  • completare un impianto dentale.

Protesi mobile
Si tratta di protesi removibili, parziali o totali; la protesi mobile viene posizionata con attacchi o ganci posti sui denti naturali del paziente. In caso di mancanza totale dei denti, la protesi mobile si appoggia direttamente sulle gengive; se le ossa basali su cui appoggiano le protesi totali sono sufficientemente ritentive, non e' necessaria alcuna pasta adesiva; dopo qualche anno si consiglia comunque una "ribasatura" della protesi, cioe' la presa di una impronta di precisione delle mucose per sostituire la parte di resina rosa in base ai cambiamenti delle mucose orali avvenuti negli anni. E' possibile e necessario estrarre la protesi mobile dalla bocca per la pulizia quotidiana.
Negli ultimi anni l'implantologia ha migliorato sensibilmente la protesi removibile: là dove le ossa mascellari lo permettano vengono inseriti degli impianti in titanio sui quali vengono costruite delle barrette, a quest'ultime vengono agganciate le protesi, in questo modo la stabilità e la ritenzione migliorano notevolmente.